Matrimonio Trapani

wedding planner trapani

Trapani ha sviluppato nel tempo una fiorente attività economica legata all’estrazione e al commercio del sale, giovandosi della sua posizione naturale, proiettata sul Mediterraneo, e del suo porto, antico sbocco commerciale per Eryx (l’odierna Erice), sita sul monte che sovrasta Trapani. L’economia oggi si basa sul terziario, sulla pesca (anticamente quella del tonno rosso, con la mattanza), sull’estrazione ed esportazione del marmo, sulle attività legate al commercio e al turismo.I fondatori del primo nucleo abitativo di Trapani furono probabilmente gli Elimi, un popolo stanziato in Sicilia occidentale in epoca protostorica. Dentro il piccolo villaggio di Trapani scorreva un canale navigabile che rivestiva il ruolo di porto commerciale di Erice. Trapani divenne presto una città-emporio grazie alla sua felice posizione geografica.
Tra IX e VIII secolo a.C. si affermò a Trapani l’influenza punica. Durante le guerre contro i Greci e Siracusa dei secoli successivi, Trapani si fortificò e si mantenne saldamente alleata alla città di Cartagine. Nel 260 a.C. Amilcare giunto in Sicilia, ne rafforzò la cinta muraria e vi trasferì parte degli abitanti di Erice. Fu una delle ultime roccaforti cartaginesi in Sicilia.
L’importante posizione strategica fu utilizzata durante la Prima guerra punica quando i Cartaginesi sconfissero la flotta romana nella Battaglia di Trapani del 249 a.C. Ma alcuni anni dopo, nel 241 a.C.i Romani così conquistarono la città.
I Romani trattarono le città siciliane a seconda della loro condotta durante la guerra punica. Osteggiata dai Romani, che non le perdonarono la fedeltà a Cartagine, Trapani entrò in un periodo di decadenza e si spopolò.
Dopo i Romani, dominarono la città i Vandali e poi i Bizantini. Ma fu nel IX secolo d.C. con gli Arabi e poi con i Normanni guidati da Ruggero II, che la città raggiunse un fervido sviluppo, florida nei commerci e nelle attività culturali, e il porto ebbe grande fermento anche grazie alle crociate. Il porto di Trapani durante il Medioevo fu uno dei più importanti del Mediterraneo.
Dopo un breve periodo Trapani passò agli Aragonesi. Durante il XIV e il XV secolo la città si ingrandì e divenne il centro economicamente e politicamente più importante della Sicilia occidentale.
Nel XVII secolo Trapani conobbe un periodo di decadenza soprattutto a causa di carestie e pestilenza.
Dalla seconda metà del Settecento inizia il Regno borbonico con il Regno delle due Sicilie.
Nel 1756 fu assegnato a degli scalpellini trapanesi il compito di lavorare gli scaloni della scala regia della Reggia di Caserta
I Borboni procedettero alla bonifica di alcune aree della città e al suo sviluppo urbanistico. In questo periodo i trapanesi si dedicano al commercio e all’industria del sale e alle tonnare.
Dopo la Prima guerra mondiale  la città visse un periodo di sviluppo: le industrie legate alle saline, alle tonnare, al vino, all’olio fecero di Trapani una città particolarmente dinamica non solo dal punto di vista economico ma anche culturale. La Seconda guerra mondiale vide Trapani impegnata come porto e base sommergibilistica di primaria importanza.
Tra il 1950 e il 1965 vi fu una lenta ripresa delle attività industriali e commerciali, ma la città non si risollevò mai del tutto dalla crisi dell’immediato dopoguerra ripiegando anonimamente nel terziario.
Con gli anni novanta Trapani si propone come meta di interesse turistico, storico, culturale e sportivo attraverso piani di riqualificazione del centro storico, la realizzazione di nuove infrastrutture urbane, l’incremento di attività ricettive, di ristorazione e di intrattenimento, e con una più spiccata attenzione alla valorizzazione del suo ingente patrimonio storico, architettonico e naturalistico.
Negli ultimi anni la città ha assunto anche una rilevanza internazionale con eventi di indubbia importanza sia culturale, come le mostre su Caravaggio, Leonardo Da Vinci e del Crocifisso Ritrovato di Michelangelo, sia sportivo con alcune delle fasi della America’s Cup, ovvero il più famoso trofeo di vela nel mondo.
Oggi la costa trapanese che include marsala e mazzara del vallo accoglie sportivi da tutta Europa per kite surf, wind surf e surf, decretandola meta italiana ottimale per clima e venti.


Location Trapani

Un matrimonio da sogno in cantina è una tendenza in forte crescita e Trapani offre agli sposi location originali e bere buon vino in compagnia degli invitati, tra le botti di una prestigiosa tenuta vitivinicola circondata da paesaggi incantevoli che regalano tramonti inconfondibili dai colori che ricordano l’Africa e con gli odori della nostra terra e come sfondo le isole Egadi che regalano sempre una suggestiva magia. La zona offre anche antichi bagli dal fascino rurale e dalle atmosfere familiari e ancora relais di charme che possono sposare lo stile rustico nella sua forma più elegante coniugando tradizione e modernità.


Wedding Planner Trapani

Wedding Planner Trapani Valentina Barrile

Wedding Planner Trapani Valentina Barrile

La zona di Trapani è perfetta per chi desidera organizzare un wine wedding per il proprio matrimonio, wine resort e cantine vinicole per matrimoni si sono fatte strada offrendo qualità e servizi ad hoc per i festeggiamenti a tema vino.
Potrete utilizzare i Vigneti come set fotografici, fare aperitivo fra le botti, assaporare un menù studiato per esaltare la degustazione dei vini .
Tutto questo è il wine wedding! Oppure scegliere una location suggestiva e unica nel suo stile come le famose saline di Trapani, con una vista mozzafiato sulle isole Egadi.

 

 

Visitate tutte le nostre sezioni e scoprite tutto quello che possiamo fare per voi!
Se cercate una Wedding Planner Trapani non esitate a contattarci

o lascia i tuoi recapiti e sarai ricontattato al più presto